Diete monoalimento: funzionano? Pro e contro di queste diete fast

Chi ha bisogno di perdere peso ma non può fare a meno di un cibo in particolare può strizzare l’occhio alle diete monoalimento. Di cosa si tratta?

Le diete monoalimento non sono altro che diete fast che promettono di far perdere peso in pochissimo tempo mangiando un solo cibo durante la giornata.

In questa categoria rientrano per esempio la dieta della carota, la dieta del minestrone, la dieta del riso o la dieta dello yogurt.

Come funziona la dieta monoalimento

La prima cosa sapere sulle diete monoalimente è che sono diete veloci che assicurano la perdita di qualche chilo nell’arco di pochi giorni. Ciò detto non dovrebbero essere seguite per tempi lunghissimi.

L’identikit di una dieta monoalimento è abbastanza facile da tracciare perché prevede l’assunzione dell’alimento base o un prodotto derivato durante un pasto principale o un break.

Questo genere di dieta, pur essendo incentrata su un cibo, richiede l’assunzione di una ridotta quantità di carboidrati a pranzo e un buona dose di proteine a cena.

Le diete monoalimento funzionano?

Le diete monoalimento funzionano? Sì, permettono di perdere qualche chilo ed eliminare la sensazione di gonfiore addominale, ma devono essere seguite in modo intelligente.

Innanzitutto si tratta quasi sempre di diete ipocaloriche restrittive che a lungo termine aumentano il senso di fame e causano carenze nutrizionali anche serie.

Chi segue una dieta di un solo alimento al giorno per un lungo periodo potrebbe iniziare a soffrire di sbalzi glicemici, malessere, dolori muscolari, abbassamento della pressione sanguina e così via.

Inoltre chi intende ridefinire il rapporto tra massa muscolare e massa grassa non può fare affidamento su queste diete veloci in quanto si tratta di un processo richiede impegno e tempo.

Queste tipo di dieta è perfetta per purificare il corpo dopo una grande abbuffata o una festa, ma non può costruire il regime alimentare da seguire tutti i giorni.

La soluzione …

La soluzione è seguire una dieta monoalimento il più flessibile possibile, ma soltanto per un periodo che va dai 3 ai 7 giorni.

Lo schema alimentare meno ferreo concentra l’attenzione su un solo alimento e allo stesso tempo include quantità ridotte di altri alimenti (pasta, riso, pane, latte, yogurt, latticini, pesce, carne e cereali).

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 5]

Myriam

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, appassionata di regimi alimentari e animata dalla voglia di trovare la ricetta perfetta per uno stile di vita sano.
Tutti i post di Myriam