Dieta iperproteica per dimagrire velocemente in 10 giorni: vantaggi, opinioni e menu di esempio

Fra tutte le diete dimagranti che sono state ideate per raggiungere in fretta il peso forma la dieta iperproteica è quella che garantisce risultati più efficaci, senza portare ad un’eliminazione della massa magra. Ma cosa si intende per dieta iperproteica? Cosa succede se si fa una dieta iperproteica?

donna-mangia-carne2

La dieta iperproteica riporta al significato di una dieta proteica che elimina dai pasti qualsiasi tipo di carboidrato e i cibi a bassissima concentrazione di glucidi come ad esempio le verdure.

Tutte le diete iperproteiche aiutano a perdere peso in fretta, aggredendo l’organismo e costringendolo a far ricorso alle riserve di grasso presenti nel corpo. In questo modo l’ago della bilancia scende in fretta, i pantaloni di 10 anni fa entrano di nuovo e davanti allo specchio ci piacciamo di più.

Ma quali sono i danni di una dieta iperproteica? Siamo sicuri che sia tutto oro quel che luccica? Oggi ho deciso di affrontare questa discussione perché molto spesso abbiamo parlato di questo genere di diete, come ad esempio la dieta Dukan o la dieta Zero, senza affrontare in maniera specifica i possibili danni alla salute. Entriamo quindi nel vivo della questione.

Cos’è la dieta iperproteica?

La dieta iperproteica è un regime dimagrante che permette a chi la segue di dimagrire velocemente, ma soprattutto nei punti giusti del corpo e senza sottoporsi a grandi sforzi e sofferenze. Questo regime dimagrante, infatti, permette di ottenere un dimagrimento localizzato, con risultati che sono veloci e duraturi nel tempo.

È altamente ipocalorica, poiché ogni giorno è previsto il consumo di 600-800 Kcal, una quantità di molto inferiore rispetto al minimo consigliato in una dieta. Proprio per questo la dieta iperproteica porta dei rischi che impongono di seguirla per non più di 10-15 giorni. Questo significa che si può seguire la dieta iperproteica di 15 giorni in alcuni casi.

Quanti chili si possono perdere con la dieta proteica? Se siete in una situazione di sovrappeso lieve allora le ricette proteiche vi aiutano a perdere circa 2 kg. Se invece siete in una situazione di sovrappeso grave allora potete scendere di peso al massimo di 3-4 kg.

Molti medici hanno confermato che la dieta iperproteica comporta danni ai reni col tempo, per questo motivo è consigliabile bere molta acqua per poter pulire l’organismo dalle proteine che non sono state digerite e che per questo motivo possono diventare nocive.

Come già accennato, poi, la dieta iperproteica per dimagrire velocemente va seguita per un periodo di dieci giorni insieme a un’attività fisica costante. In effetti la dieta iperproteica e la palestra aiutano a modellare il corpo nei punti giusti.

Vantaggi di una dieta iperproteica

Per chi è adatta una dieta proteica di questo tipo? La dieta iperproteica non è il male assoluto. I suoi vantaggi li ha. Quindi, prima di dedicarci totalmente all’argomento centrale di questo articolo, vediamo in breve quali sono i vantaggi di una dieta iperproteica.
-I livelli di insulina restano costanti.
-Il metabolismo basale avrà un aumento.
-Favorisce la perdita di peso e la diminuzione del grasso. Aiuta inoltre ad aumentare la massa muscolare. Non a caso la dieta iperproteica ha successo nel bodybuilding.
-Gli ormoni anabolici avranno una secrezione migliore.

Svantaggi di una dieta iperproteica

Come abbiamo avuto modo di vedere nella dieta zero, questo tipo di alimentazione non può essere seguito nel lungo periodo. Il corpo non può assimilare per lunghi periodi di tempo proteine in eccesso. Se consideriamo poi che questo genere di diete prevede quasi sempre una diminuzione (se non eliminazione) drastica dei carboidrati, la cosa si complica ulteriormente.
Moltissime delle diete presenti al giorno d’oggi sono iperproteiche, prendiamo una delle più antiche, la dieta Atkins, moltissime di quelle uscite dopo non sono altro che una forma rivista di questo regime alimentare.
Ma quali sono questi effetti negativi delle diete iperproteiche?

Nella dieta iperproteica tra gli effetti collaterali più consueti c’è l’effetto Yo-Yo. In pratica, durante la dieta iperproteica la persona perde diversi chili. Non appena la interrompe (perché prima o poi DEVE interromperla), riprenderà a mangiare come prima e di conseguenza si troverà a prendere i chili con gli interessi.

Durante questa dieta il corpo ha perso massa grassa e qualcosa anche di massa magra. Il metabolismo basale adesso è più basso e consuma meno calorie. Arriva il momento di interrompere la dieta. Le porzioni dei cibi non sono più abbondanti come un tempo, ma state ugualmente prendendo chili. Tutto ciò che  il corpo assimila lo immagazzina, visto che ne è stato privato a lungo.
L’effetto yo-yo non è l’unico danno possibile di una dieta iperproteica. Anche gli ormoni ne risentiranno, il colesterolo inizierà ad alzarsi e lo stress pure.

Il nostro corpo ha bisogno di una dieta equilibrata, la classica dieta mediterranea ne è l’esempio più lampante. Quando iniziamo ad aumentare le quantità di una determinata sostanza ed abbassarne un’altra, il corpo andrà in contro a problemi ben più gravi di qualche chilo di troppo. Inizieranno ad esservi carenze nutritive, acidità di stomaco, ricambio cellulare scarso, problemi metabolici e sistema immunitario indebolito.
Ho accennato che le proteine servono come energia di riserva al corpo. Ciò significa che non dobbiamo usufruirne sempre e in condizioni standard. Con la dieta iperproteica costringiamo il corpo ad usare solo e soltanto le proteine come fonte di energia. Dalla proteina verrà quindi preso lo zucchero, così da ottenere il carburante necessario. Della proteina rimarrà così nel corpo l’aminoacido formato da: carbonio, azoto, idrogeno e ossigeno. Si chiama Base Azotata e non è per niente salutare. Si inizierà ad accumulare nei reni, i quali non riusciranno a smaltirle per bene e quelle smaltite diventeranno acido urico. Il sangue tende ad acidificarsi, altra cosa dannosa. Il corpo cercherà di risolvere il problema usufruendo di minerali basici solitamente presenti nelle ossa così da tamponare l’acidità sanguigna. Ecco che il risultato è questo: vengono tolti minerali alle ossa. Si formano così osteoporosi.

Tra gli altri effetti negativi di una dieta iperproteica troviamo l’alitosi, la stitichezza e l’aumento del mal di testa. Ma cos’è in pratica la dieta iperproteica? Un esempio pratico può aiutare a capire meglio di cosa stiamo parlando.

Dieta iperproteica: Cosa mangiare?

Per capire la dieta iperproteica, per esempio, possiamo dire che a colazione è meglio consumare una tazza di latte, del caffè e qualche fetta biscottata con marmellata.

Come spuntino della dieta proteica per dimagrire si consiglia di mangiare un frutto, mentre a pranzo potete mangiare una minestra di fagioli e delle fettine di prosciutto crudo accompagnate con un’insalata mista.

La dieta di sole proteine richiede uno spuntino pomeridiano con un frutto, ad esempio un ananas.

Per la cena della dieta a base di proteine invece mangiate del pesce al forno e un contorno delle melanzane ai ferri condite con due cucchiaini d’olio extra vergine d’oliva e 40 g di pane integrale.

Nei giorni seguenti a pranzo o a cena della dieta iperproteica dimagrante potete mangiare una bruschetta al tonno con della verdura lessa, oppure carne ai ferri con della verdura lessa, si consiglia anche di consumare della pasta integrale con pomodorini, delle verdure lesse condite con un filo d’olio.

Infine potete alternare in piatti a base di pasta con un carpaccio di carne magra condito con funghi e grana, accompagnato da un piatto di verdure bollite con due cucchiaini d’olio extra vergine d’oliva e pane integrale.

Un altro pasto può essere a base di pasta con pomodorini e delle erbette lesse oppure un’insalata caprese con alcuni asparagi bolliti.

Ovviamente è possibile impostare la dieta iperproteica in modalità vegetariana per far fede alla filosofia alimentare.

Senza alcun dubbio la dieta iperproteica funziona a meraviglia per dimagrire in fretta e nei punti giusti perché permette all’organismo di bruciare tutte le riserve di grasso in modo efficace e veloce.

Come abbiamo già detto prima è un regime alimentare che non può essere seguito per troppo tempo perché porterebbe apportare degli squilibri all’organismo.

Nonostante ciò sappiate che con la dieta iperproteica e le sue ricette i chili si perdono e con grande facilità, soprattutto nei primi giorni se seguite bene le regole.

Esempio di dieta iperproteica

Cosa mette nel carrello una persona che decide di seguire la dieta iperproteica? Sicuramente molta carne rossa e carne bianca, il pollame sarà uno degli ingredienti prediletti. Lo stesso vale per il pesce e i crostacei. Tanti affettati, soprattutto bresaola, prosciutto crudo e tacchino. Le uova, i latticini magri e la frutta secca. Si anche alle verdure. Come potete vedere, dal carrello sono stati esclusi prodotti come la pasta e il pane, i carboidrati sono infatti praticamente banditi.

Ecco un esempio di menù iperproteico

  • Colazione: latte scremato, una tazzina di caffè e uno yogurt magro
  • Spuntino: uno yogurt magro o della frutta secca
  • Pranzo: fettina di carne di manzo condita con l’aceto balsamico e accompagnata da funghi
  • Merenda: yogurt magro
  • Cena: uova e filetto di pesce accompagnato da qualche verdura

Nella dieta di mantenimento sarà possibile aggiungere ad esempio una fetta di pane a pranzo e della frutta fresca durante la merenda. Ovviamente dovranno essere inserite con precauzione visto che ormai il corpo si è abituato a farne a meno.

Dieta proteica per 10 giorni: menu di esempio

È possibile far riferimento a questo esempio di dieta iperproteica per capire come dimagrire velocemente e tornare in forma.

1° Giorno

  • Colazione: caffè senza zucchero, un frutto maturo di stagione
  • Pranzo: 180 g di bistecca di manzo accompagnato con un’insalata mista di pomodori e lattuga
  • Cena: un piatto abbondante di passato di verdure senza pasta, 100 g di fesa di tacchino e un’insalata di pomodori

2° Giorno

  • Colazione: caffè amaro, 2 fette biscottate, 1 spremuta d’arancia
  • Pranzo: un piatto di brodo di pollo, 100 g di fesa di tacchino, carote e zucchine lesse
  • Cena: 100 g di petto di pollo, insalata di zucchine, 2 mele

3° Giorno

  • Colazione: tè, spremuta di pompelmo con 2 biscotti secchi integrali
  • Pranzo: 180 g di manzo, zucchine, melanzane e peperoni al forno
  • Cena: 180 g di tacchino ai ferri, insalata di pomodori e fagiolini, 2 pesche piccole

4° Giorno

  • Colazione: caffè amaro, 1 fetta biscottata, 1 frutto di stagione
  • Pranzo: insalata con uova lesse, piselli e carote.
  • Cena: 1 piatto di passato di verdure senza pasta, 150 g di branzino alla mugnaia

5° Giorno

  • Colazione: caffè con latte, un’aranciata, 2 biscotti integrali secchi
  • Pranzo: 150 g di fegato con cipolle  e aceto balsamico, cavolo ripassato in padella
  • Cena: insalata di polpo, una mela verde

6° Giorno

  • Colazione: tè, 2 biscotti secchi, 1 frutto di stagione
  • Pranzo: 100 g di merluzzo con pomodorino, piselli
  • Cena: 180 g di prosciutto crudo sgrassato, insalata di pomodori, 2 albicocche

7° Giorno

  • Colazione: caffè con latte, succo di ananas, 2 biscotti secchi integrali
  • Pranzo: 1 yogurt greco, 1 banana
  • Cena: 70 g di prosciutto crudo sgrassato, cavolfiore bollito

8° Giorno

  • Colazione: tè, 1 arancia e una banana
  • Pranzo: Frittata con cipolla e zucchine
  • Cena: 150 g di merluzzo, insalata mista con pomodori, carote e lattuga

9° Giorno

  • Colazione: Tè oppure caffè amaro una fetta biscottata
  • Pranzo: 2 hamburger di tacchino, asparagi con aceto balsamico
  • Cena: polpette di carne e peperoni, insalata verde mista, 1 frutto di stagione

10° Giorno

  • Colazione: Caffè amaro, tè, 1 yogurt
  • Pranzo: 200 g di prosciutto cotto, insalata di pomodori
  • Cena: 1 piatto di passato di verdura, 100 g di fesa di tacchino, 1 mela

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 57 Media: 3.6]