Home Dieta e Salute Dieta Vegetariana: quali sono i vantaggi?

Dieta Vegetariana: quali sono i vantaggi?

dieta vegetariana

Pensate che seguire una dieta vegetariana non serva a nulla? In realtà non è affatto vero e lo conferma uno studio inglese che ha accertato che questo tipo di alimentazione, riduce il rischio di infarto e delle malattie del cuore in generale.

Sono tantissime le persone che stanno ricorrendo a questa alimentazione e che ormai è diventata a tutti gli effetti uno stile di vita. La dieta vegetariana è in grado di abbassare il rischio di attacchi di cuore e ovviamente tiene lontane, tutte le malattie legate a questo organo vitale. A puntare l’attenzione dei confronto di un’alimentazione sana e nutriente è l’Oxford University che ha preso parte a questa analisi.

Gli esperti di alimentazione sono pronti a confermare che la dieta vegetariana, apporta innumerevoli benefici sull’organismo rispetto a un regime alimentare ricco di carne e che prevede il consumo esclusivo di carne e pesce.

L’autrice dello studio si chiama Francesca Crowe, che ha spiegato come il rischio d’infarto e di patologie cardiache, sia inferiore dl 32% fra coloro che regolarmente ricorrono alla dieta vegetariana. I principali benefici di questa dieta, sono causati principalmente dagli effetti positivi sul colesterolo e sulla pressione sanguigna.

La dieta vegetariana contribuisce in maniera elevata a ridurre i fattori di rischio importanti per la salute del cuore. Come accade per tutti i regimi alimentari, ci sono pro e contro e non mancano gli errori da evitare. Oltre a pensare alla salute del vostro cuore è importante pensare alle proteine che non devono mancare, quindi prima di iniziare una dieta vegetariana, pensate bene che si tratta di una scelta di vita e non di una moda da seguire.

Cos’è la dieta vegetariana?

dieta vege

La dieta vegetariana è quel regime alimentare che prevede l’esclusione di alimenti che hanno origine dal regno animale dalla propria dieta. In pratica, non saranno più consumati tutti i tipi di carne e di pesce. La mancanza di questi alimenti non deve però far cadere nell’errore di mangiare poco, solo in base ai propri gusti personali. Anche nel regime alimentare vegetariano devono essere presenti carboidrati complessi, frutta, verdura e alimenti che possono sostituire le proteine animali.

Circa 1 italiano su 10 segue questa dieta, le motivazioni sono molte e vanno da: motivi di salute, morali e mode. Chi lo fa a livello etico, è perché rispetta la vita degli animali. Altri lo fanno per contribuire a ridurre il danno ecologico derivato dall’allevamento e il trasporto di carne animale. A livello della salute invece, le motivazioni sono semplici e riguardano la prevenzione di malattie cardiovascolari e cancro.

Il vegetarianesimo porta con se anche alcuni rischi, che verranno meglio approfonditi a breve ma ai quali accenniamo comunque sia adesso. Si parla infatti di carenze vitaminiche (specialmente la B12), di acidi grassi essenziali e la possibile perdita di tono muscolare a causa delle poche proteine inserite.

Perché scegliere la dieta vegetariana?

dieta veget

La dieta vegetariana non è un regime alimentare adatto a tutti. E’ molto impegnativa, sia a livello fisico che mentale. Può condizionare in maniera molto forte i rapporti sociali. Non sempre infatti le persone vicine sono disposte ad accettare questa scelta e alcuni rapporti potrebbero essere compromessi. I motivi per effettuare questa scelta sono molti, i più comuni senza subbio sono:

  • Etica: è molto frequente che le persone decidino di seguire una dieta vegetariana per motivi etici. La brutalità con cui spesso gli animali vengono uccisi e le condizioni disumane alle quali sono ridotti, fa orientare la persona verso questa scelta, Sono persone consapevoli del fatto che non è la loro rinuncia a salvare questi esseri viventi, ma che comunque il passo avanti del singolo, potrebbe influenzare l’umanità o comunque sia molte altre persone. In particolare la scelta di diventare vegetariani porta a un benessere psicofisico superiore, consapevoli finalmente di aver fatto qualcosa di giusto e in linea con la propria morale.
  • Tossine: questo regime alimentare aiuta a depurare l’organismo, rimuovendo quelle tossine e scorie che arrivano dal consumo di carne animale o dal pesce. Ricordiamo infatti che il nostro organismo, per digerire la carne, impiega circa 48 ore, tempo nel quale resterà nell’intestino rilasciano tossine. Si quindi a moltissima frutta e verdura, cereali integrali, fibre e acqua.
  • Prevenzione: di molte malattie come il cancro o l’infarto.

Dieta vegetariana: benefici

dieta vegetariana

La dieta vegetariana presenta, come quasi tutti i regimi alimentari, dei pro e dei contro. Noi iniziamo con il vedere quali sono i vantaggi di una dieta completamente libera dalle proteine animali, oltre ovviamente quelle legate alla sfera psicologia e che dipendono dai motivi per cui si è deciso di adottare questo regime alimentare.

Contro il colesterolo: sembra che la dieta vegetariana riesca ad avere come primo vantaggio sull’organismo, quello di ridurre il colesterolo.I grassi saturi di origine animale, tra i principali responsabili del colesterolo alto, vengono eliminati. Per tanto vi sarà un miglioramento notevole anche per quanto riguarda tutto l’apparato cardiovascolare. Il vegetariano sostituirà le proteine animali con quelle dei legumi e cereali.

Aiuta i reni: riduce il fosforo dalle urine, informazione che dovrebbe essere ben accettata da coloro che soffrono di malattie ai reni e che ci tengono alla salute del proprio sistema cardiaco.

Previene il diabete: secondo gli esperti, la dieta vegetariana aiuta a prevenire anche il diabete e tenere sottocontrollo la glicemia. Tutto questo grazie al consumo di carboidrati complessi che hanno origine vegetale e la ovvia riduzione degli zuccheri semplici.

Contro l’osteoporosi: il calcio viene meglio conservato nell’organismo, cosa che non si può dire per coloro che seguono una dieta a base di proteine animali.

Ottima contro l’ipertensione: si controlla l’apporto di sodio, uno dei principali responsabili dell’ipertensione.

Previene i tumori: sono diversi gli studi che confermano questa teoria. La dieta vegetariana aiuta a prevenire alcuni tumori, come ad esempio quello al colon, il seno e i polmoni.

Calma la colite: gli alimenti di origine animale possono irritare l’apparato gastrico e intestinale, con tutti i sintomi correlati. Ricordiamo però che, passare di punto in bianco alla dieta vegetariana potrebbe sortire l’effetto contrario. Il corpo infatti deve abituarsi gradualmente al nuovo regime alimentare.

Ha risultati strabilianti sulla sindrome premestruale: la dieta vegetariana allevia i dolori che derivano dalle mestruazioni dolorose. Vanno a diminuire con l’alimentazione sana e vegetariana, la quale aiuta a rendere più regolare anche lo stesso ciclo.

Stimola l’intelligenza: questo studio ha evidenziato come una dieta libera finalmente dalle proteine animali può stimolare l’attività celebrale. Sembrerebbe che vi sia un margine di quasi 5 punti su QI in più.

Combatte la depressione: la dieta vegetariana sembra avere un effetto depressivo, soprattutto grazie all’assunzione di riso, verdure e legumi.

Contrasta la gastrite: questo stato infiammatorio può trovare un grande sollievo grazie a una dieta prettamente vegetariana.

Ottimo per il sistema linfatico: i micronutrienti contenuti in frutta e verdura apportano ottime quantità di vitamina C, benefiche per la nostra pelle. Ottime le carote, il kiwi, gli agrumi, la zucca e il mango. Favoriscono anche la rigenerazione cellulare. Ottima poi per il grande apporto di acqua all’organismo, il quale viene così depurato e liberato da scorie in eccesso, combattendo anche ritenzione idrica e cellulite.

Dieta vegetariana: controindicazioni

Per quanto riguarda gli effetti collaterali della dieta vegetariana, ne troviamo diversi. L’assenza di carne porta infatti a una carenza di alcuni nutrienti importantissimi. Vediamo nel dettaglio.

  • Carenza di vitamina B12: Eliminando carne e pesce si arriva a una carenza di questa importantissima vitamina, la quale partecipa alla sintesi dell’omocisteina, la quale se è troppo presente, aumenta il rischio di problemi cardiovascolari. Altri effetti collaterali sono es esempio la perdita del tono muscolare, l’anemia, la malnutrizione e i problemi di crescita.
  • Carenza di vitamina D: può causare rachitismo, problemi di crescita del tessuto osseo e altrre problematiche. La vitamina D è contenuta in grandi quantità nel fegato, il pesce, le uova e il latte.
  • Non ci sono omega 3 e omega 6 nella dieta vegetariana: fanno parte di alcuni dei grassi essenziali, i quali prevengono l’aumento del colesterolo.

Un errore piuttosto comune è quello di credere che, eliminando carne e pesce, si va a togliere le proteine dal corpo. Esistono in realtà mole fonti capaci di sopperire. Ci sono alimenti di origine vegetali con un contenuto proteico sufficiente a sostituire quelli di origine animale, i quali servono per la crescita e l’energia. Una dieta vegetariana bilanciata non necessita di integratori e non compromette la qualità della vita. E’ comunque sia consiglaito di sottoporsi costantemente ad analisi, così da capire se vi è un qualche tipo di carenza.

Ricordiamo inoltre che la dieta vegetariana non permette di risparmiare o di dimagrire. Diciamo questo perché sono due dei luoghi comuni classici su questa dieta. Dal punto di vista economico potrebbe sembrare più vantaggiosa perché si va a rimuovere carne e pesce, ma in realtà qugli alimenti di origine vegetale indispensabili per ottenere le proteine, hanno costi davvero alti (tra cui citiamo ad esempio tofu e seitan).

La dieta vegetariana non è un regime alimentare che deve essere adottato per perdere peso.  E’ possibile dimagrire certo, ma è indispensabile capire che per smaltire i chili di troppo bisogna prima di tutto ridurre le porzioni molto abbondanti.

Come passare da un regime alimentare all’altro?

semi dieta

Il passaggio da un’alimentazione onnivora a una vegetariana non deve essere traumatica. Se siete abituati a mangiare molta carne, dovete rendere questo cambiamento il più dolce possibile. Iniziare quindi ad eliminare carne e pesce in modo graduale, prendendosi tutto il tempo necessario per abituarsi al nuovo regime alimentare.

La soia ad esempio va a sostituire le proteine della carne e del pesce. Questo legume ad alto contenuto proteico si presta a varie lavorazioni. Anche il seitan va a sostituire la carne. La frutta secca invece dona acidi grassi e può essere consumata così com’è o come arricchimento a insalate e primi piatti. Si quindi alle mandorle, i semi oleaginosi, i semi di lino e quelli di zucca. Questi alimenti sono ricchi di omega 3 e omega 6, conosciuti soprattutto per il loro elevato apporto di antiossidanti.

Grande fonte di sali minerali invece sono le alghe, le quali dovrebbero essere consumate quotidianamente e in piccole quantità.

Esempio di una dieta vegetariana

Non è vero che una dieta vegetariana non può essere ricca e variegata. Ci sono moltissimi alimenti che vanno a comporre un perfetto menù giornaliero, il quale dovrebbe comunque essere stabilito con un nutrizionista. Ecco alcuni alimenti in esempio:

  • Colazione: latte di riso o di soia, yogurt, latte parzialmente scremato. The (verde, nero o rosso), centrifugati di verdura e frullati. Mais, kamut, lavena. Mandorle, semi di girasole, di lino, di zucca, di canapa e si sesamo. Frutta secca, pane integrale, miele, frutta fresca di stagione.
  • Spuntino: frutta fresca, yogurt, succo di frutta

Pranzo

  • Primo piatto: riso, farro, amaranto, grano saraceno, gnocchi di patate, pasta di mais e di riso.
  • Contorni: insalata verde, indivia belga, carote, pomodori, finocchi, spinaci, melanzane, zucchine, asparagi, cavolfiori, zucca.
  • Secondo piatto: formaggio fresco, crescenza, hamburger di soia, seitan in umido, affettato vegetale, polpette con pane e verdure.

Cena

  • Passato di verdure, crema di carote, zucchine, porro, germogli di soia, finocchio. rafano bianco, lenticchie, fagioli, soia, verdure crude e cotte, melanzane, zucca al forno, broccoletti lessi, bietole in umido, pane integrale
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 11 Media: 3.8]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.